All About Turkey

Il Profeta Muhammed

(Mecca 570 d.C. - Madina 632 d.C.)

Nascita e la Famiglia (570-610)

Muhammad (oppure Muhammed) nacque nella citta' della Mecca nel 570 d.C, anno conosciuto come "l'anno dell'Elefante" che si crede sta indicando all'invasione dallo Yemen, in cui un elefante era stato portato per distruggere la Ka'ba. La sua famiglia apparteneva al clan dei Bani Hashim, discendenti del profeta Ismaele, un ramo della tribu' di Quraysh. Mentre il Quraysh stava dominando la Mecca, gli Hashimiti hanno avuto un prestigio rispettivamente piccolo ma abbastanza religioso collegato alla Ka'ba. Suo padre, Abdullah, era morto alcune settimane prima della sua nascita e cosi il suo nonno, Abu Muttalib, si occupo' di lui. Il piccolo Muhammad fu affidato ad una donna, Halimah, che aveva il compito di allattarlo e di farlo crescere all'aria aperta cioe' nel deserto, cosi il bimbo visse nel deserto per tre anni. A sei anni Muhammad perse la sua madre, Aminah, e poi anche il nonno, cosi fu allevato da suo zio, Abu Talib, della tribu' Araba dei Quraysh.

Abu Talib era povero, e percio' il nipote doveva contribuire alla famiglia, portando al pascolo pecore e capre. Da giovane, una ricca vedova di Mecca, signora Khadija, lo assunse per il suo commercio carovaniero e il giovane Muhammad comincio' a lavorare con onesta', e infatti fu soprannominato al-Amin, il fidato o l'onesto. Crescendo si fece notare per il suo grande amore per la verita', per la generosita' e per la sincerita'. All'eta' di 25, Muhammad sposo' Khadija, allora 40. Anche se Khadija aveva altri bambini dai suoi mariti precedenti, fece altri 7 bambini con Muhammad. Dopo la morte di Khadija in 619 d.C (a 65 anni), Muhammad sposo' di nuovo e questa volta con piu' mogli. Alcune di queste mogli erano sposate per rinforzare i rapporti fra i clan potenti nella societa' ed alcune erano vedove senza supporto economico. Anche lo zio Abu Talib mori nel 619.

Ritiro e la Prima Rivelazione (610)

Muhammad era una persona profondamente religiosa, amava la solitudine e la meditazione, e si recava in ritiro spirituale in una grotta del Monte Hira, vicino alla Mecca. Fu in questa caverna che, all'eta di 40 anni, una notte egli ricevette la prima rivelazione (sura) del Corano tramite l'angelo Gabriele e da quel momento inizio' a diffondere il messaggio dell'Islam. La rivelazione continuo' per 23 anni ed e' nota come il Corano.

Conversioni e Resistenza (610-619)

Muhammad comincio' a narrare le Rivelazioni alla sua famiglia e ai suoi piu' vicini e piu' cari. I primi ad accettare le regole della nuova religione furono la moglie Khadijah, il cugino Ali, il figlio adottivo Zayd, e l'amico fidato Abu Bakr. Il gruppo dei credenti della nuova religione cresceva sempre di piu', andavano a pregare in gruppo nelle vallate vicino alla Mecca.

Quando Muhammad proclamo' apertamente la nuova religione, gli idolatri meccani vederono il messaggio dell'Islam come una aperta minaccia alla loro religione politeista, al loro prestigio e all'autorita' nell'intera regione. La diffusione del messaggio provoco' le ostilita' da parte di questi, i credenti subirono il boicottaggio sociale, la prigionia, gli abusi, le torture fisiche ed esecuzioni. I seguaci di Muhammad erano sotto una forte minaccia; a parte delle persecuzioni, i Quraysh ed altri clan non si sposavano le donne del clan di Hashim, ne' davano le proprie figlie in matrimonio a uomini hashimiti, ne' vendevano o comperavano nulla da loro.

Hegira (622)

La crescente ostilita' dei meccani divennero cosi dure che il profeta allora ordino' ai suoi seguaci di trasferirsi in Abissinia nel 615, dove sono stati liberi di praticare la loro fede.

Nel frattempo, i Meccani erano molto disturbati da questo nuovo sviluppo e decisero uccidere il Profeta. Quando il profeta venne a conoscenza di questa cospirazione, anche lui fuggi insieme al suo amico Abu Bakr verso Yathrib (circa 300 chilometri a nord), emigrondo dalla Mecca verso Madina nel 622 d.C. Questa Hegira (o Hijra), cioe' migrazione del Profeta, segno' l'inizio del calendario musulmano. A Madina Muhammad fece edificare anche una Moschea e la sua abitazione nel cortile di fianco, dove venne sepolto dopo la sua morte nel 632 d.C.

Medina e le Battaglie (622-630)

Muhammad creo' uno Stato Islamico a Medina ed uni i Musulmani in base alla legge Divina sotto la sua autorita' politica e religiosa. A causa delle ostilita' dei suoi nemici, fu costretto a combattere diverse battaglie contro i politeisti della Mecca. Molti degli abitanti di Yathrib si convertirono in Islam tranne la comunita' Ebraica che viveva a Medina, che poi decisero di prendere le parti dei Meccani durante l'ultimo assedio della citta', rompendo il patto di alleanza stretto con il Profeta.

Un fallito attacco ad una carovana meccana scateno' la prima battaglia tra musulmani e politeisti. Poi seguirono le battaglie di Badr nel 624, battaglia di Uhud nel 625, e quella di Hendek ("del fossato") nel 627.

Nel 628, il Profeta ed i suoi seguaci poterono ritornare alla Mecca per il pellegrinaggio (Hajj), dopo un trattato fra i Meccani ed i Mussulmani che stabiliva un armistizio per dieci anni. Secondo questo trattato, i politeisti meccani si allontanarono dalla citta' per tre giorni per consentire Mussulmani di compiere il loro rito del pellegrinaggio. Nel 630, dopo l'uccisione di un pellegrino da parte di una tribu' alleata dei Quraysh, Muhammad considero' questo incidente come una rottura dell'armistizio e conquisto' la Mecca senza alcuna resistenza grazie alla sua armata enorme con quasi 10.000 uomini.

Ultimi anni e l'Ascensione (630-632)

Entrato in Mecca dopo aver bevuto l'acqua dal pozzo sacro di Zamzam, Muhammad ando' alla Ka'ba e ordino' di distruggere tutti i dipinti e gli idoli pagani presenti all'interno dell'edificio. La Casa di Allah era purificata per adorare l'Unico Dio vero. I Meccani che avevano combattuto contro i credenti furono perdonati e fu concessa un'amnistia generale.

Dopo la vittoria, il Profeta ritorno' a Medina per i lavori amministrativi e religiosi. Un anno dopo fece il suo l'ultimo pellegrinaggio a Mecca e ritorno' a casa di nuovo. Nel 632, il Profeta mori a casa sua all'eta' di 63 anni. Abu Bakr era stato il compagno piu' vicino al Profeta e aveva guidato la preghiera quando egli era in vita, allora era eletto come il successore del profeta, cioe' il califfo.

Il Profeta Muhammad (s.A.'a.s. - la pace e la benedizione di Allah siano su di lui) era assunto nel cielo con un cavallo bianco alato, chiamato "Burak", che volava piu' veloce della luce. Questo Burak puo' essere associato a Pegaso durante la battaglia di Bellerofonte contro Chimera nella mitologia Greco-Romana. L'ascensione di Muhammad, conosciuta come "Miraj" ovvero "la scaletta al Paradiso", ha cominciato quando Muhammad si era addormentato sul tappeto a casa del suo cugino nel 621 d.C, che poi si e' transformato anche in una fonte di ispirazione per diverse "Storie di 1001 notti dell'Arabia" che coinvolge "il tappeto magico che vola".

Lista dei Profeti

L'Islam dice che ci furono 25 Profeti incaricati da Allah (Dio) per avvertire la loro comunita' contro il diavolo e di seguire la parola del Dio. Ma solo alcuni di questi profeti si sono mandati un libro sacro come Tawrat, Zabur, la Bibbia ed il Corano, e questi Profeti sono considerati come il Messaggiero di Dio.

L'Islam riconosce come profeti alcune figure bibliche. Il primo profeta era Adamo, e l'ultimo era Muhammad, dopo di egli la profezia e' terminata percio' e' considerato come "il sigillo dei Profeti". Secondo l'Islam, Gesu' era nato da Maria Vergine come lo dice anche il Cristianesimo, e' considerato un Profeta (il 24esimo) come gli altri, ed il Messia. Soprattutto cinque Profeti sono considerati maggiori: Nuh (Noe'), Ibrahim (Abramo), Musa (Mose'), Isa (Gesu'), e Muhammad (Maometto). Ecco l'elenco completo dei Profeti nell'Islam:

  1. Adamo (Adem)
  2. Idris (Enoch)
  3. Noe' (Nuh)
  4. Hud (Heber)
  5. Salih (Saleh o Shelah)
  6. Abramo (Ibrahim)
  7. Lut (Lot)
  8. Ismaele (Ishmael)
  9. Isacco (Ishaq)
  10. Giacobbe (Yaqub)
  11. Giuseppe (Yusuf)
  12. Shoaib (Jethro)
  13. Mose' (Musa)
  14. Aronne (Harun o Aaron)
  15. Davide (Davud)
  16. Salomone (Suleyman)
  17. Giobbe (Ayub o Job)
  18. Elia (Ilyas)
  19. Ezechiele (Zulkifl)
  20. Elisa (Al-Yasa o Elisha)
  21. Giona (Yunus o Jonah)
  22. Zaccaria (Zecharya)
  23. Giovanni Battista (Yahya)
  24. Gesu' Cristo (Isa)
  25. Maometto (Muhammad)

( vai su' )

Tutti i diritti sono riservati. AllAboutTurkey © Burak Sansal 1996–2017, guida turistica professionale in Turchia. Scrivetevi a info@allaboutturkey.com per informazione su tutti i servizi turistici, regolari o privati, durante il vostro viaggio nel paese.